Il Museo Civico Archeologico è ospitato, a Stellata, presso la casa di Virginio, figlio del poeta Ludovico Ariosto.

Le prime notizie della dimora si hanno nel XVI secolo ma nei secoli ha subito trasformazioni che ne hanno alterato le strutture originarie.

La costruzione è distribuita su due livelli: al piano terra si trovano locali adibiti ad attività didattiche e alle conferenze; al piano superiore si trovano le sale espositive del Museo Archeologico, con soffitti a cassettoni dipinti e pareti ancora in parte affrescate. Gli oltre quattrocento reperti esposti narrano una storia che parte dal Neolitico, per giungere all’epoca medievale e rinascimentale, attraversando l’Età del Bronzo, del Ferro e l’epoca Romana, che ha profondamente influenzato il nostro territorio.

Vasi in ceramica, ma anche strumenti in pietra e corno, utensili in bronzo raccontano la quotidianità degli antichi abitanti delle terre di Bondeno. Parte dei reperti provenienti dagli scavi del 1989, effettuati presso il sito della “terramara” di Pilastri è esposto fra i reperti dell’età del Bronzo.

Ubicazione e aperture

Museo Civico Archeologico "G. Ferraresi" - Casa Ariosto

Via Gramsci Antonio, 301 | 44012 - Bondeno FE

 

Orari di apertura al pubblico

Sabato: 15.00-19.00
Domenica: 9.30-12.30 | 15.00-19.00

INGRESSO GRATUITO

Aperture straordinarie: Sono previste aperture serali (orario 21.00-24.00) durante gli eventi che interessano il paese di Stellata (Bundan Celtic Festival; Fiera e Sagra dell’Anatra, settembre).
E’ presente il bookshop con libri in consultazione.

Contatti

Tel. 0532 899293
Email: info@culturekeys.it

Disponibilità e Prenotazioni

Le attività vengono normalmente svolte durante gli orari di apertura del museo. Siamo disponibili a effettuare aperture straordinarie durante la settimana, ma per motivi organizzativi, è richiesta la chiusura della prenotazione almeno 10 giorni prima della data di svolgimento dell’attività concordata. Potete prenota re le attività tramite il form online oppure via telefono o email.

Costi

L’ingresso al museo durante il weekend è gratuito. In caso di aperture straordinarie infrasettimanali (per gruppi di minimo 10 visitatori) si richiede una donazione minima di 2 euro a persona, costo che non va a sottrarsi  a quello delle attività eventualmente richieste (ad esempio laboratori o lezioni frontali). Per tutti i dettagli consultare le singole schede dell’offerta.